Riccardo David


Vai ai contenuti

Le Palais de la Reine

A teatro


Regia:
Vito Malcangi
Produzione: Compagnia del Teatro Laboratorio
Testo: Chantal Thomas
Traduzione: Riccardo Soliani
Interpreti: Renata Pisani, Riccardo David, Giuliana Manganelli, Massimiliano Attanasio


Teatro Garage - Sala Diana
Genova, 6-8 Dicembre 2007

Guarda il video

Al Garage il gruppo si cimenta con la drammaturgia contemporanea francese. Il testo viene dalla penna di Chantal Thomas, grande scrittrice (fra l'altro ha vinto il prestigioso Prix Fémina nel 2002 con Les Adieux à la Reine, romanzo tradotto anche in italiano da Rizzoli) e studiosa di storia delle idee, in particolare di Sade e Casanova. Dice Giuliana Manganelli: «L'ha scelto Riccardo dopo averne parlato a Parigi insieme a Renata, attrice da poco tornata a Genova, ed altri amici. Quando l'hanno proposto a Vito (Malcangi, regista e marito di Giuliana), non c'è stato subito un particolare entusiasmo, poi però ne è nato un lavoro importante proprio dal punto di vista registico».

La trama, in sintesi, tratta della relazione amoroso-dolorosa tra una madre, Maman despota e possessiva e un figlio, Patrick spento nei sentimenti e reso dipendente. Pur partendo da un contesto realistico, la vicenda tocca momenti surreali.
Il testo è strutturato in quadri e ricostruisce la vicenda con frammenti di vita testimoniati o immaginati da Raymonde.
I personaggi in scena non si guardano mai. Ognuno assume una postazione, come fosse il suo guscio di conchiglia, isolato. Sta agli spettatori creare le relazioni e ricostruire i rapporti. Al di là dei loro personaggi, gli attori sono anche chiamati ad uscire dai loro ruoli e, con danze e azioni mimiche, a commentare con ironia e compatimento ciò che avviene.

E’ tutto cominciato per caso, da una breve vacanza a Parigi ed una chiacchierata con amici indigeni che avevano appena visto lo spettacolo realizzato nientemeno che da Alfredo Arias e Marilù Marini Con Renata Pisani ci siamo trovati d’accordo sul tentare l’ambiziosa operazione: a Nizza, nell’intervallo fra un aereo ed un treno, abbiamo trovato il testo e subito la lettura ci ha catturato Una persona che mi è molto vicina l’ha tradotto, siamo riusciti a coinvolgere Vito Malcangi e Giuliana Manganelli, a cui ci legano lunga dimestichezza teatrale e molto affetto Il Teatro Laboratorio, la loro realtà effervescente a cavallo fra gli anni ’70 ed ’80, da cui passarono molti dei personaggi del teatro genovese di allora e di oggi (quorum ego et Renata), rinacque: Vito alla regia, Giuliana sul palcoscenico, Massimiliano Attanasio si unì a noi Il regista ed il quartetto d’attori contarono sull’aiuto di Sara Pazzana e di Titti Strata Per me fu emozionante tornare davanti al pubblico dello “spectacle vivant” dopo tanto tempo, al Teatro Garage di Genova ... E ancor di più quando, grazie all’aiuto prezioso di Gianni Poli ed alla fattiva collaborazione del Centre Galliera (come tutti chiamano l’Alliance Française di Genova), l’Autrice, Chantal Thomas, venne qui per una giornata dedicata a lei, alla fine della quale di nuovo rappresentammo il testo La stagione era ormai terminata, ma il pubblico fedele continuò a seguirci ed uno spettatore, che già l’aveva visto in stagione, mi disse: “Ci avete commossi ancora una volta” Anche le repliche a Bogliasco e a Portofino suscitarono attenzione ed interesse Ero di nuovo attore di teatro!




Home | Curriculum artistico | A teatro | I corti | In TV | Le letture | I racconti | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu